Approfondimenti

“Al di là del mare”

Al di là del mare è il reportage realizzato dagli studenti del liceo scientifico ‘Da Vinci’ di Trento che racconta il loro viaggio d’istruzione in Albania nell’aprile 2019 insieme all’Associazione Trentino Con i Balcani. Durante il viaggio, i ragazzi hanno incontrato a Scutari i volontari di Operazione Colomba che li hanno guidati nella visita ai luoghi storici e religiosi più importanti della città. I volontari hanno anche colto l’occasione per spiegare agli studenti di cosa si occupa Operazione Colomba, raccontando loro le attività che vengono svolte quotidianamente contro le vendette di sangue in Albania. A questo proposito, gli studenti hanno intervistato i volontari di Operazione Colomba sul campo, dimostrandosi interessati al loro operato.

Borsa di Studio “Angiolino Acquisti”

Venerdì 25 ottobre, presso le scuole superiori di Sansepolcro, è stata consegnata la Borsa di Studio “Angiolino Acquisti” alla Dott.ssa Nadia Cadrobbi, volontaria di Operazione Colomba che ha da poco concluso il suo lungo periodo in Albania. La Borsa di Studio è destinata al tema della Nonviolenza con l’obiettivo di divulgare studi scientifici riguardanti il tema della risoluzione dei conflitti attraverso metodologie nonviolente e alternative all’uso della violenza e delle armi. (altro…)

42° sessione del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite

Durante la 42° sessione del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite di Ginevra (9-27 settembre 2019), il 19 settembre 2019 sono stati comunicati i risultati del terzo ciclo di Universal Periodic Review sull’Albania. In questa occasione, l’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII ha fatto un intervento per raccomandare e rafforzare l’impegno del Governo Albanese a contrastare diverse piaghe sociali che caratterizzano il Paese, tra cui in particolare il fenomeno della vendetta di sangue, la violenza domestica, la discriminazione contro le minoranze e le violazioni dei diritti dei bambini.

Sottotitoli in italiano.

Dritan Prroj

In occasione dell’anniversario della morte di Dritan Prroj, Pastore della Chiesa Evangelica di Scutari ucciso nel 2010 per motivi di vendetta di sangue, la Città di Scutari gli ha dedicato il “riconoscimento cittadino per il prezioso contributo nel campo dell’educazione spirituale (Pastore della Chiesa Evangelica “Parola di Cristo”) e sociale, sempre al servizio dei poveri e delle famiglie bisognose, missionario di Pace e di benevolenza contro il fenomeno della vendetta di sangue, rappresentando l’esempio di un patrimonio inestimabile, ispiratore nella lotta al fenomeno della vendetta di sangue”. (altro…)

Operazione Colomba: verità e giustizia per le vittime della vendetta di sangue

«Facciamo appello alle istituzioni albanesi affinché venga fatto tutto il possibile per assicurare alla giustizia i responsabili dell’omicidio di Mario Majollari e dare finalmente una risposta alla sua famiglia. Non c’è pace senza giustizia».
E’ quanto dichiara in una nota Operazione Colomba, il Corpo Nonviolento di Pace della Comunità Papa Giovanni XXIII, in merito all’omicidio di Mario Majollari. Da fonti giornalistiche albanesi si apprende che l’unico accusato, Kastriot Gjuzi, è stato prosciolto dal tribunale per insufficienza di prove.

Il 10 aprile 2018 il 28enne Mario Majollari, rimpatriato dalla Svezia dove la sua richiesta di protezione internazionale era stata rigettata, è stato ucciso a Tirana per sospetti motivi di vendetta di sangue, poiché suo padre nel 2000 aveva ucciso Ilir Gjuzi, fratello di Kastriot Gjuzi. A questo punto, ci si chiede chi abbia ucciso Mario Majollari e perché.
Questo caso riporta l’attenzione all’omicidio di Marie e Kol Qukaj, uccisi il 14 giugno 2012 in Dukagjin, i cui responsabili non sono ancora stati individuati. Anche qui i motivi degli omicidi sembravano essere legati a una faida tra due famiglie. (altro…)