Home

Operazione Colomba – report mensile delle attività in Albania – ottobre 2019

Situazione attuale
La situazione politica dell’Albania è ancora incerta sotto vari profili. Le preannunciate nuove elezioni amministrative che si sarebbero dovute tenere il 13 ottobre non sono mai avvenute. Il comune di Scutari ha ancora la carica di sindaco vacante, dopo il ritiro del sindaco neo-eletto prima del giuramento, a causa dello scandalo sulla sua condanna in Italia per traffico di stupefacenti. Nel frattempo, il comune è retto dalla sindaca uscente.
Inoltre l’Unione Europea ha rimandato nuovamente l’apertura dei negoziati di accesso per Albania e Macedonia del Nord: nonostante la Commissione Europea fosse compatta nella propria raccomandazione all’adesione, la Francia si è opposta fermamente all’apertura. L’Italia, nelle parole del Presidente del Consiglio Conte, ha definito questa decisione “Un errore storico”. Anche il Parlamento Europeo ha espresso il proprio disappunto per il mancato accordo attraverso una risoluzione.
Per quanto riguarda la cronaca nera, il mese di ottobre si è aperto con un omicidio nella regione settentrionale della Mirdita: un uomo di 34 anni è stato ucciso probabilmente per una “vendetta di sangue“. Infatti, il 24 febbraio scorso, a Durazzo suo fratello aveva ucciso un uomo di 45 anni in uno scontro a fuoco. A causa di quanto commesso dal fratello, pare che la vittima vivesse in regime di auto-reclusione poiché temeva per la propria vita. Si apprende che il sospettato di tale omicidio fosse amico d’infanzia della vittima e che ora i suoi familiari vivano, a loro volta, auto-reclusi.
Questo mese è avvenuto un riconoscimento importante attraverso la cerimonia di premiazione postuma a Dritan Prroj, pastore protestante della chiesa Fjala e Krishtit (Parola di Cristo), ucciso nel 2010 per motivi di vendetta. La sua morte ha portato alla nascita dell’Associazione “Jo gjakmarrjes, Po Jetes” (No alla vendetta di sangue, Sì alla Vita) che si occupa di contrastare il fenomeno, con una particolare attenzione all’educazione dei minori e al sostegno delle donne. (altro…)

“Al di là del mare”

Al di là del mare è il reportage realizzato dagli studenti del liceo scientifico ‘Da Vinci’ di Trento che racconta il loro viaggio d’istruzione in Albania nell’aprile 2019 insieme all’Associazione Trentino Con i Balcani. Durante il viaggio, i ragazzi hanno incontrato a Scutari i volontari di Operazione Colomba che li hanno guidati nella visita ai luoghi storici e religiosi più importanti della città. I volontari hanno anche colto l’occasione per spiegare agli studenti di cosa si occupa Operazione Colomba, raccontando loro le attività che vengono svolte quotidianamente contro le vendette di sangue in Albania. A questo proposito, gli studenti hanno intervistato i volontari di Operazione Colomba sul campo, dimostrandosi interessati al loro operato.

Borsa di Studio “Angiolino Acquisti”

Venerdì 25 ottobre, presso le scuole superiori di Sansepolcro, è stata consegnata la Borsa di Studio “Angiolino Acquisti” alla Dott.ssa Nadia Cadrobbi, volontaria di Operazione Colomba che ha da poco concluso il suo lungo periodo in Albania. La Borsa di Studio è destinata al tema della Nonviolenza con l’obiettivo di divulgare studi scientifici riguardanti il tema della risoluzione dei conflitti attraverso metodologie nonviolente e alternative all’uso della violenza e delle armi. (altro…)

Operazione Colomba – report mensile delle attività in Albania – settembre 2019

Situazione attuale
All’inizio del mese di settembre il fenomeno della “vendetta di sangue” è emerso dalle cronache per un caso di omicidio avvenuto a Bulqizë (regione di Dibër). Un giovane ha ucciso un suo amico per motivi ancora poco chiari, e le forze dell’ordine – temendo la vendetta da parte della famiglia della vittima – hanno presidiato la casa della famiglia del colpevole.
Inoltre, una lunga analisi del fenomeno e delle sue conseguenze è apparsa sui media albanesi, a partire dalla vicenda di un conflitto sorto nel 1997 e degenerato in una “vendetta di sangue” fino ad oggi. L’esortazione dell’editoriale è un richiamo alle Istituzioni albanesi affinché eliminino definitivamente questa piaga sociale, in netto contrasto con le richieste di modernità e sviluppo dell’Unione europea. (altro…)

42° sessione del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite

Durante la 42° sessione del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite di Ginevra (9-27 settembre 2019), il 19 settembre 2019 sono stati comunicati i risultati del terzo ciclo di Universal Periodic Review sull’Albania. In questa occasione, l’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII ha fatto un intervento per raccomandare e rafforzare l’impegno del Governo Albanese a contrastare diverse piaghe sociali che caratterizzano il Paese, tra cui in particolare il fenomeno della vendetta di sangue, la violenza domestica, la discriminazione contro le minoranze e le violazioni dei diritti dei bambini.

Sottotitoli in italiano.