Approfondimenti

Intervista volontari Operazione Colomba TV1 Channel

Il momento per la Pace è adesso!

I volontari di Operazione Colomba, intervistati dalla rete televisiva di Scutari TV1 Channel nel programma “5ne5”, hanno raccontato la loro esperienza in Albania. Attraverso la condivisione con le famiglie vittime della “vendetta di sangue” si intraprende un percorso personale di riconciliazione. Il momento per la Pace è adesso!

Presentazione del secondo report dell’Avvocato del Popolo

Presentazione del secondo report dell’Avvocato del Popolo

Operazione Colomba partecipa e sostiene l’operato dell’Avvocato del Popolo Igli Totozani.  Il 4 marzo ha partecipato alla presentazione del secondo rapporto  sul fenomeno delle vendette di sangue, ribadendo alle istituzioni presenti e alla società civile l’importanza di collaborare per l’eliminazione di questo fenomeno; in particolare, ha richiamato i presenti a riavviare i lavori del comitato interistituzionale locale, interrotti un anno fa.

(altro…)

Report della Campagna “Un popolo contro le vendette di sangue”

Report della CampagnaReport della Campagna

A seguito della chiusare della Campagna Un popolo contro le vendette di sangue, Operazione Colomba presenta il documento finale realizzato sulla base dei dati emersi grazie alle risposte dei candidati sindaci e, successivamente, anche ai sindaci neo-eletti al questionario sul fenomeno delle “Vendette di Sangue”.  La Campagna 2015 “Un popolo contro le vendette di sangue” si pone in continuità con le attività di sensibilizzazione su scala nazionale realizzate negli anni precedenti. (altro…)

Libertà religiosa in Albania: un cammino percorso insieme

Libertà religiosa in albania: un cammino percorso insieme

Libertà religiosa in Albania: un cammino percorso insieme

Nel mese di novembre, l’Albania ha celebrato i 25 anni di rinascita della fede religiosa, dopo la caduta di un regime comunista rigidissimo, che impose l’ateismo di Stato e fomentò la profanazione di numerosi luoghi di culto, la persecuzione degli esponenti religiosi delle fedi principali del Paese e anche di numerose famiglie, uomini e donne comuni, costretti a tramandare le proprie tradizioni e i propri valori nel segreto delle cantine. (altro…)