I volontari di Operazione Colomba vivono nella Comunità di Pace di San José de Apartadó (CdP) con il principale obiettivo di contribuire alla sua sopravvivenza e al proseguimento della sua esperienza di resistenza nonviolenta al conflitto armato e allo sfollamento forzato e del suo processo di autodeterminazione. La forma di tutela e di difesa più efficace di questa esperienza di resistenza nonviolenta è la presenza di civili internazionali, che siano in grado di accompagnare e proteggere la popolazione civile, monitorare il rispetto dei diritti umani e tutelare l’incolumità delle persone. L’intervento dei volontari di Operazione Colomba presenti a tutela della popolazione locale sin dal 2009, su esplicita richiesta della Comunità di Pace, risponde al bisogno primario della Comunità di Pace di vivere in sicurezza, poter continuare a vivere sulle proprie terre (dichiarate Zone Neutrali) e svolgere le proprie attività quotidiane. Più volte i leader e i membri della Comunità di Pace hanno affermato pubblicamente che “senza questo accompagnamento e la rete internazionale che li sostiene sarebbero già stati uccisi”.
Le Zone Umanitarie e i processi di autodeterminazione, in cui la popolazione civile resiste in maniera nonviolenta alla guerra, allo sfollamento forzato e allo sfruttamento illegale e indiscriminato del territorio e delle risorse naturali, rappresentano uno spazio alternativo all’interno dei conflitti; sono territori nei quali si lavora per sviluppare un’organizzazione di resistenza civile e pacifica, solidale e rispettosa della vita, per questo Operazione Colomba le sostiene.

Proprio l'interesse per le Zone Umanitarie come proposta universale nei conflitti armati, e l'esperienza di 8 anni nell’accompagnamento a una delle realtà più organizzate e a rischio di sterminio in Colombia, ha portato Operazione Colomba, nel 2014, a stringere una collaborazione anche con la "Comisión Intereclesial de Justicia y Paz" (CIJP), organizzazione colombiana che da oltre 20 anni sostiene e accompagna in Colombia comunità e organizzazioni minacciate che rivendicano i propri diritti senza l'uso della violenza e sostiene esperienze concrete di ricerca della verità, della giustizia e della politica di riparazione.  La CIJP ha anche accompagnato la Comunità di Pace di San José de Apartadó dalla sua costituzione, nel 1997, per i primi anni della sua esistenza. In particolare Operazione Colomba accompagna i membri e i Difensori dei Diritti Umani della CIJP nelle regioni del Meta, del Chocò e della Valle del Cauca.

Obiettivo generale del progetto di Operazione Colomba è contribuire alla protezione e alla tutela dei Difensori dei Diritti Umani impegnati nella costruzione della pace in Colombia, nonché alla sopravvivenza delle “Zone Umanitarie”, come la Comunità di Pace di San José de Apartadó, e al proseguimento della loro esperienza di resistenza nonviolenta al conflitto e allo sfollamento forzato. Questo obiettivo viene perseguito quotidianamente  attraverso diverse attività:

  • Presenza, condivisione diretta e costruzione del legame di fiducia all'interno della CdP

  • Protezione, monitoraggio e accompagnamento dei membri e dei leader della CdP negli spostamenti che devono compiere quotidianamente, sia nelle città che nelle veredas

  • Protezione, monitoraggio e accompagnamento degli sfollati o intenzionati a rientrare nelle veredas di origine

  • Protezione e accompagnamento dei membri e dei Difensori di Diritti Umani di altre comunità in resistenza civile e nonviolenta

  • Monitoraggio e raccolta informazioni sulle violazioni subite dai membri e dai Difensori dei Diritti Umani della CdP e di altre Zone Umanitarie

  • Attività di denuncia delle violazioni dei Diritti Umani e iniziative di advocacy sia a livello nazionale che internazionale.