Castel Volturno PDF Stampa E-mail
Progetti - Castel Volturno
Martedì 09 Ottobre 2007 16:17

GUARDA LE ALTRE SEZIONI:
NEWS E APPROFONDIMENTI

COMUNICATI STAMPA

Operazione Colomba a Castel Volturno - Progetto

Manifestazione antirazzista Operazione Colomba arriva a Castel Volturno i primi di luglio del 2009

Perché aprire una presenza in questo territorio tra Caserta e Napoli, in Italia?

Le motivazioni che ci hanno spinto sono varie: a partire dalle provocazioni di molte persone che ci chiedevano: “perché non andate anche nel sud Italia, dove ci sono continue uccisioni da parte della criminalità organizzata (siamo nel posto con la più alta percentuale, per numero di abitanti, di omicidi in Europa)?”; poi per “guardarci dentro” e prendere a cuore una parte bellissima del nostro paese, traboccante di difficoltà e conflitti; per continuare la sensibilizzazione e la denuncia di leggi ingiuste sull'immigrazione, conoscere quindi le persone che arrivano qua in cerca di lavoro, fortuna e condizioni migliori, condividendo la vita con loro e cercando di mettere in pratica proposte concrete che diminuiscano le varie tipologie di violenza a cui sono esposte.

Già, perché Castel Volturno risulta punto di approdo per molti migranti (su una popolazione di circa 22 mila abitanti, con 2 mila stranieri regolarmente censiti, ne vanno aggiunti altri 10 mila “irregolari”, senza documenti), attratti dal richiamo dei connazionali, dalla vasta possibilità di un alloggio e soprattutto dall'assenza totale di un controllo da parte dello stato. Sono il popolo del “viaggio della morte” attraverso il deserto, delle “carrette del mare”, degli sbarcati; spinti da condizioni di miseria, fame e guerre, rappresentano solo il 13% degli ingressi illegali nel nostro paese.

Dopo l'ulteriore invio di 500 soldati da parte del Ministero dell'Interno nel settembre del 2008, la prima sfida di Operazione Colomba è quella di abitare come corpo nonviolento di pace un territorio già fortemente militarizzato dalle varie forze dell'ordine, dai clan camorristici e dalle tante basi militari sparse nella zona.

I volontari di Operazione Colomba perseguono quindi l'intento di essere vera presenza di pace, creando ponti e spazi di incontro tra la comunità immigrata e quella italiana, entrambe vittime di una violenza strutturale e sistematica; anche tra gli Italiani infatti c'è una grande presenza di immigrati interni, con forti problematiche sia economiche che culturali, abbandonati a loro stessi da tutte le istituzioni locali e nazionali.

 
 
Joomla Templates: from JoomlaShack