Home

Operazione Colomba apprezza la relazione del Parlamento europeo sui progressi dell’Albania

Europarl_logo.svgOperazione Colomba apprezza la relazione del Parlamento europeo sui progressi dell’Albania per l’ingresso nell’Unione europea del 3 febbraio 2017.
In particolare, condivide le critiche al funzionamento del sistema giudiziario, “compresa la mancanza di indipendenza dalle influenze politiche e da altri rami del potere, la giustizia selettiva, la limitata responsabilità, gli inefficaci meccanismi di vigilanza, la corruzione, la durata complessiva dei procedimenti giudiziari e l’esecuzione delle sentenze”. La giustizia sommaria, e con essa le vendette di sangue, riemergono laddove la giustizia statale non è effettiva.
Inoltre Operazione Colomba si unisce alle raccomandazioni nei confronti delle istituzioni statali, perché si realizzi una riforma del sistema di giustizia penale, che miri “a considerare responsabili i criminali e a promuoverne la riabilitazione e la reintegrazione, garantendo al tempo stesso la protezione dei diritti delle vittime e dei testimoni dei reati”.

Viviamo in pace, senza armi in casa!

preteOperazione Colomba appoggia l’iniziativa del parroco di Dajç, vicino a Scutari, che chiede alla sua comunità la consegna delle armi tenute in casa. A seguito dell’omicidio di due persone e del ferimento di altre quattro avvenuto a Dajç nell’ottobre 2016, don Marjan Gega si è fatto promotore dell’iniziativa, che si affianca alla campagna del governo albanese per la consegna delle armi detenute illegalmente.

Balkan Insight: I consigli di riconciliazione del Kossovo lottano per far terminare le vendette di sangue

balkanLa vendetta di sangue purtroppo è ancora presente in Albania e in Kossovo. Di seguito riportiamo un raro caso in cui la commistione tra antiche tradizioni e moderne istituzioni locali ha dato origine a una riconciliazione reale ed effettiva tra le famiglie in conflitto. Il testo è tradotto dall’articolo riportato in Balkan Insight dal titolo “Kosovo’s Reconciliation Councils Struggle to End Blood Feuds” del 4 novembre 2016.

I consigli di riconciliazione del Kossovo lottano per far terminare le vendette di sangue.
I resti del codice giuridico medievale del Kossovo ancora gravano sulle comunità locali del Kossovo, mettendo famiglie contro famiglie in un circolo di morte senza fine. (altro…)