SITUAZIONE POLITICA

È iniziata la campagna elettorale in vista delle elezioni dei sindaci nei vari comuni tra cui Tirana e Scutari. Lo scontro principale è tra il partito democratico di Sali Berisha (attuale presidente del consiglio) e il partito socialista di Edi Rama (attuale capo dell’opposizione e sindaco di Tirana dal 2000). Qui in Albania si può dire che i democratici stanno a destra mentre i socialisti a sinistra, anche se poi molti personaggi politici di entrambi le parti vengono dallo stesso “partito del lavoro” della vecchia scena comunista di fine regime.

Leggi tutto...

CONDIVISIONE E LAVORO

Durante questo mese abbiamo lavorato molto con i giovani delle famiglie sotto vendetta. Abbiamo proposto varie gite fuori città (tempo permettendo) e attività sportive. Stiamo cercando di far conoscere i ragazzi fra di loro. Ci stiamo rendendo conto che stiamo acquistando sempre più
fiducia da parte dei nuclei familiari. L’accoglienza è sempre calorosa e talvolta ci chiamano solo per sentire come stiamo e per sollecitare una nostra visita.
Questo mese, per la prima volta da quando siamo arrivati, il padre di un ragazzino chiuso gli ha concesso di uscire, accompagnato da noi, per partecipare ad una partita di calcetto, questo è segno che la fiducia di questa famiglia nei nostri confronti è aumentata molto in questi mesi, frutto di una costante vicinanza.

Leggi tutto...

SITUAZIONE POLITICA

Inchiodato da un video è scoppiato uno scandalo corruzione che ha costretto alle dimissioni il vicepremier Ilir Meta.
L’opposizione (Partito Socialista) il 21 gennaio ha promosso una manifestazione di piazza per chiedere le dimissioni del premier Sali Berisha (Partito Democratico). La manifestazione si è trasformata in guerriglia urbana e sono morti tre manifestanti. Le dinamiche non sono chiare ma sembra che a uccidere quegli uomini sia sta la polizia. Sembra, comunque, che siano arrivati degli spari anche dalla folla.

Leggi tutto...