SITUAZIONE ATTUALE

Nel mese di agosto è stato ucciso un ragazzo a Tirana per vendetta di sangue.
Via via che conosciamo le Associazioni e il territorio scopriamo che il fenomeno delle vendette di sangue è più ampio di quanto le Istituzioni Statali vogliano farci credere.

Leggi tutto...

SITUAZIONE GENERALE

La situazione è stabile anche se continuano le scaramucce politiche fra esponenti socialisti e democratici.
In questo periodo il dibattito nella capitale Tirana è concentrato sul progetto del governo di demolire la “piramide” originariamente costruita come mausoleo del defunto dittatore comunista Enver Hoxha ma mai utilizzata a questo scopo. La “piramide” ha ospitato molti avvenimenti culturali e nonostante abbia uno stile che ricorda il periodo della dittatura, oramai è diventato un monumento architettonico caratteristico della capitale. Il governo vuole abbatterla per costruire il nuovo parlamento.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Dopo vari riconteggi e accuse di brogli è stato eletto il sindaco di Tirana, il candidato vincente è quello del partito Democratico (lo stesso del Premier Berisha). La vittoria del partito Democratico interrompe il governo di Edi Rama (Leader del Partito Socialista) che durava da 12 anni. Nel mese di giugno sono due le morti per vendetta di sangue, entrambe riguardano famiglie che abitano a Scutari. Abbiamo inoltre scoperto che quando accade un omicidio per vendetta di sangue la polizia registra nei suoi verbali che l’assassinio è avvenuto per VENDETTA e non per VENDETTA DI SANGUE; in questo modo il fenomeno delle vendette di sangue viene ancora più nascosto e sotterrato.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

L’8 maggio si sono svolte in l’Albania le elezioni amministrative. L’asse politico si è spostato verso sinistra (attualmente a capo del governo c’è Berisha schierato a destra) e il partito del premier democratico è in netto calo. Tirana, la capitale, non ha ancora un sindaco certo. Sembra abbia vinto il democratico Basha (il cui avversario è il sindaco uscente del Partito Socialista Edi Rama) ma non è ancora certo. A Scutari ha vinto il Partito Democratico, ma è un risultato abbastanza scontato.

Leggi tutto...

ATTIVITA'

Questo mese è stato denso di attività. Abbiamo manifestato per la prima volta in silenzio contro le vendette di sangue durante l’ora di punta nel centro di Shkoder. Lo slogan che abbiamo coniato per l'occasione è stato: DENTE PER DENTE E LA VENDETTA DI SANGUE CI HA TOLTO LA PAROLA DI BOCCA. Intanto che manifestavamo in silenzio tanta gente si è fermata incuriosita a chiedere informazioni o a sedersi in cerchio insieme a noi. È stato un bel momento: la Comunità Papa Giovanni ha partecipato in massa e anche qualche Associazione albanese che avevamo invitato ha condiviso con noi questa forma di protesta.

Leggi tutto...